Il comodino di... Roberto

IL COMODINO DI... Di volta in volta una istantanea del comodino delle lettrici e dei lettori del nostro Gruppo di Lettura, cartolina che ferma ciò che ci affianca nella notte e alimenta i nostri sogni.


18 commenti:

  1. Anonimo01:35

    Cara Marianne,
    sono Enza, anch'io del GdL... ma vengo al dunque. Il tuo comodino mi piace e, conoscendoti, i libri, la sobrietà... sei tu... e mi fa piacere immaginarti lì accanto con un libro in mano mentri leggi e sicuramente prenderai appunti per i tuoi interventi che sono sempre puntuali e brillanti (a mio parere naturalmente).
    Una domanda, quella lampada bianca sul comodino,che ho avuto anch'io per anni, è la "teti" o "elisse"? Inoltre non mi ricordo più il nome del designer... "fammi luce" su questo... aspetto .... baci Enza

    RispondiElimina
  2. Anonimo13:08

    Ciao Enza,

    la lampada si chiama Eclisse, design di Vico Magistretti, per Artemide...
    Un bacio
    Isabella

    RispondiElimina
  3. Anonimo21:30

    Grazie Enza per il bel messaggio e Isabella per la precisione.
    Ti abbraccio cara Enza e aspetto il tuo comodino.
    Marianne

    RispondiElimina
  4. Anonimo00:34

    Care Marianne e Isabella, siete state carine e sollecite nel rispondermi. Ora mi avete chiarito nel dubbio circa la lampada. Vedo con piacere che il comodino di Marianne è molto "chiaccherato" e la cosa mi fa molto piacere perchè vuol dire che questa rubrica che è al suo nascere sta facendo sviluppare la voglia di dialogare.... è di buon auspicio. Esorto gli altri comodini a mettersi in luce: chissà che "chiacherio"!!!!! Me lo auguro e.. aspetto. Un bacio a tutte. Enza

    RispondiElimina
  5. Anonimo15:45

    L'atmosfera notturna è dolce e misteriosa. Mi piace. Chi è l'autore di Pelle e Cuore?

    RispondiElimina
  6. Anonimo15:18

    PELLE E CUORE è di Anna Del Bo Boffino, una scrittrice, a me molto cara, che ho conosciuto e che mi ricorda le lotte fatte negli anni 70 insieme a tante donne per la concquista dei diritti civili. Ho vissuto con lei l'inaugurazione del primo consultorio a Milano di Via Palermo. Un'emozione, ricordo, mia e di tantissime donne che vedevamo realizzarsi finalmente il consultorio, un luogo da non identificarsi banalmente nel solito ambulatorio, ma dove finalmente le donne potevano accedervi per parlare del proprio disagio, per visite, consulenze circa la propria salute o magari anche solo per conversare con il medico, con il paramedico, con altre donne anche per lo stare insieme e condividere ansie e problemi circa la salute e la conoscenza del proprio corpo.
    Aggiungo che erano gli anni anche delle lotte per ottenere una legislazione sull'aborto e sul divozio... Enza

    RispondiElimina
  7. Anonimo12:18

    Ah, Anna Del Bo Boffino! La Camera del Lavoro di Milano promuove un Bando letterario, in ricordo di Anna Del Bo Boffino, dal titolo “ L’eredità di Anna”, rivolto alle
    studentesse ed agli studenti delle scuole secondarie milanesi.
    E sotto al notes, che libro c'è?

    RispondiElimina
  8. Anonimo23:50

    Cara Enza,
    Visto adesso il tuo comodino. Bella atmosfera. Quanto azzurro (è il mio colore preferito)! Chi ha scattato la foto? Mi piace perché c'è una bella luce.
    Baci. Marianne

    RispondiElimina
  9. Anonimo11:29

    Cara Isabella,

    bello il tuo comodino, mi piace! Ovviamente vedo dei "riferimenti" al tuo essere mamma, ma non solo.
    Ciao!, Roberto

    RispondiElimina
  10. Anonimo10:25

    Grazie Roberto.
    E sì, la "mamma" è l'attivitá predominante, ma anche lettrice e appassionata di montagna.....
    Un tempo avevo anche io una pila di libri sul comodino! Tra qualche anno manderò un aggiornamento del mio comodino e vedrete che i libri saranno tornati a predonimare.
    Un caro saluto a tutti
    Isabella

    RispondiElimina
  11. Anonimo10:25

    Grazie Roberto.
    E sì, la "mamma" è l'attivitá predominante, ma anche lettrice e appassionata di montagna.....
    Un tempo avevo anche io una pila di libri sul comodino! Tra qualche anno manderò un aggiornamento del mio comodino e vedrete che i libri saranno tornati a predonimare.
    Un caro saluto a tutti
    Isabella

    RispondiElimina
  12. Anonimo21:38

    Visto il comodino di Giuliana. Brava, un solo libro ma sicuramente un'approfondita lettura...
    E questo telefono rosso cosa significa? Non ce l'avevi mica detto che eri in linea diretta con i Capi di Stato!
    Saluti a tutti.
    Marianne

    RispondiElimina
  13. Anonimo10:54

    Bello il tuo comodino, Matilde! Mi piacciono molto quelli che sembrano dei segnalibri, li hai disposti a raggiera, sembra un fiore...
    Roberto

    RispondiElimina
  14. Anonimo00:13

    Cara Mtilde, aspettavo il tuo comodino.. ed è arrivato. Uno spazio piacevole accanto a te.E non avevo dubbi, conocendo la tua sobrietà e il tuo buon gusto. Vedo che hai un libro di Susanna Tamaro: io avevo letto "Va dove ti porta il cuore"... questo l'hai messo lì perchè è l'ultimo libro che stai leggendo? La lampada è molto bella e ti lacia anche uno spazio vitale per appogggiarci altre cose che ti accomnpagnino nei sogni e nei pensieri notturni... Il tuo comodino ora è felice perchè ha altri comodini con i quali dialogare: benvenuta nel nostro spazio fra sogni, comnodini e belle atmosfere...baci. Enza

    RispondiElimina
  15. Anonimo15:19

    <> come direbbe la pubblicità... Brava.
    Ciao Matilde,
    da Marianne

    RispondiElimina
  16. Anonimo15:22

    Ciao Matilde, mi sono perso un pezzo nel pubblicare il mio commento. Era così:
    Marianne

    RispondiElimina
  17. Anonimo15:22

    forse il comodino più ordinato che abbia mai visto...
    Questo volevo scriverti.
    Marianne

    RispondiElimina
  18. Anonimo18:20

    Come ho già detto, mi piace molto il tuo comodino Roberto, ma perché hai tagliato la testa alla lampada? Marianne

    RispondiElimina