Un incontro da ricordare

Per l'inizio del 2011 mi piace salutare l'associazione D come Donna, le amiche e gli amici del Gruppo di Lettura e tutti i lettori del Blog, ricordando un incontro piacevole che ho avuto nel settembre scorso in un ristorante al Festival della Letteratura di Mantova con Margherita Hack, questa prestigiosa donna alla quale ho parlato brevemente anche della nostra associazione.
Margherita Hack mi ha permesso di posare accanto a lei per una fotografia ricordo e mi fa piacere condividere con voi quel momento. Di seguito colgo l'occasione per proporvi la lettura di uno dei suoi ultimi libri, scritto insieme con Viviano Domenici: Notte di stelle. Le costellazioni fra scienza e mito: le più belle storie scritte nel cielo, edito da Sperling & Kupfer.
Unitamente all'Associazione D come Donna vi invio i miei più cari auguri per un ottimo 2011!!!
Enza, GdL


Margherita Hack, Viviano Domenici
Notte di stelle. Le costellazioni fra scienza e mito: le più belle storie scritte nel cielo
Sperling & Kupfer, 2010

I nostri antenati hanno trovato nel cielo le conoscenze più utili alla sopravvivenza: hanno imparato a orientarsi in mare o nei deserti, a costruire orologi e calendari. Incantati dai movimenti degli astri e dei pianeti, intimoriti da inspiegabili fenomeni come le eclissi o le comete, hanno anche popolato il firmamento di dèi ed eroi che ne spiegassero il mistero. In un percorso che tocca l'astronomia e l'archeologia, la scienza e il mito, gli autori ci insegnano a "leggere" il cielo notturno: partendo dalle costellazioni, visibili a occhio nudo e ben riconoscibili, Margherita Hack spiega la formazione e la struttura delle stelle e i fenomeni astronomici che vi sono legati, accompagnandoci attraverso galassie, buchi neri e nebulose. Viviano Domenici racconta le leggende e i miti legati alle stelle nelle differenti culture, raccogliendo notizie e curiosità dalle cosmogonie, dall'archeologia, dall'arte e dalla letteratura di tutti i tempi e di tutti i Paesi. E così, sul filo delle appassionanti storie collegate a Cassiopea e a Orione, all'Orsa Maggiore e al Sagittario, il libro riporta alla vita il cielo che le troppe luci delle nostre città hanno oscurato, svelando il suo presente e il suo passato: l'esperienza degli uomini che hanno denominato le stelle e decifrato i loro segreti; i sogni e le paure degli antichi che hanno riposto fra gli astri più brillanti le loro favole più belle, rendendole immortali.