Arrivano i primi consigli di lettura estivi...

Cominciano a arrivare i primi consigli di lettura estivi. Grazie!

Cominciamo con due saggi, Patria 1978-2008 di Enrico Deaglio e con Accanto alla tigre di Lorenzo Pavolini.


Ma davvero è successo tutto questo? In un libro di novecento pagine, una cavalcata in quel vero romanzo che è stata l'Italia degli ultimi trent'anni. È come guardare un film sulla nostra vita, in cui gli avvenimenti sono raccontati mentre succedono. Si comincia con Aldo Moro nella prigione del popolo, nell'anno che ha cambiato tutto. E poi, l'ascesa della mafia, il rapporto stretto tra crimine e potere, la guerra e i segreti di Cosa Nostra, i morti e i soldi che li hanno accompagnati. I grandi condottieri dell'industria tra sogni e corruzione, la fine ingloriosa della Prima repubblica, l'ascesa della televisione e del suo magnate, il Nord conquistato dalla Lega, il nuovo potere del Vaticano, la rivalutazione del fascismo, la crisi e la deriva. La nostra storia in cinquecento storie: anno per anno, i protagonisti, i fatti, le parole, le vittime e i vincitori, le resistenze, la musica e le idee che hanno costruito il nostro paese. Un libro per ricordare quanto è successo e per scoprire che - molto spesso - le cose non erano andate proprio così.



Lorenzo è uno scrittore alle prese con teatro, riviste, radio e crede di possedere una visione politica consolidata. Vive a Roma nel quartiere Esquilino. Lì si mescolano due idee molto diverse dell'Italia contemporanea: quella multietnica, del mercato di piazza Vittorio e dei negozi cinesi e quella nazionalista rappresentata da un centro sociale di estrema destra. In quel pezzo di Italia c'è un altro dissidio, quello che Lorenzo coltiva sin dall'adolescenza dentro di sé, un dissidio che affonda le radici nel suo cognome. Lo stesso del nonno Alessandro, raffinato intellettuale ma soprattutto fascista implacabile, fondatore delle Brigate nere e anima della Repubblica di Salò. Lorenzo scopre chi era suo nonno a scuola, quando vede su una pagina del libro di storia una foto, quella immagine di piazzale Loreto, in cui Benito Mussolini, Claretta Petacci e gli altri gerarchi sono appesi a testa in giù. Tra loro un uomo a torso nudo pende sotto una pensilina su cui è scritto in stampatello: Pavolini. Tanti anni dopo l'autore prova a capire chi sia stato veramente suo nonno, cosa lo abbia spinto a cavalcare con tanta ostinazione la sua tigre. Ricostruisce così una storia fatta di reticenze, conflitti e timori riguardo il rapporto tra lui, la sua famiglia e l'eredità di quel cognome. Un romanzo di memorie e passione che attraversa l'Italia di questi anni dove ancora la notte giovani mani scrivono sui muri la scritta "Pavolini eroe" e le sue frasi celebri sono slogan di nuovi estremismi.

Una rosa due incontri: immagini dal secondo incontro

Qui di seguito le immagini del secondo incontro de Una rosa, due incontri. Venerdì 11 giugno, nella cornice della bellissima Cascina Ovi, Rinaldo Novati, autore del libro d'arte "La mela e il serpente" ci ha condotti nell'affascinante mondo della pittura, illustrandoci il modo in cui diversi grandi artisti dell'arte rinascimentale e barocca hanno interpretato alcuni episodi biblici.

Le letture sono state interpretate da Teresa di Nicolantonio

Sopra, al microfono l'Assessore alla Cultura, Guido Pedroni, saluta il pubblico e alla sua destra Roberto Spoldi della Biblioteca Comunale di Segrate

Sopra, il relatore Rinaldo Novati

Sopra, Teresa di Nicolantonio

Sopra, Luigi Favalli

Sopra, una bella immagine "tra donne" prima dell'incontro. Da sinistra Enrica Cazzola (vicepresidente di D come Donna), Jole Maggi (socia di D come Donna e componente del direttivo), Enza Orlando (Presidente di D come Donna), Teresa di Nicolantonio, Dina Palmieri (socia di D come Donna e componente del direttivo)

Sopra, Enza Orlando con in mano la brochure di Una rosa, due incontri

Sopra, al tavolo da sinistra Teresa di Nicolantonio, Roberto Spoldi, Luigi Favalli e Rinaldo Novati

Sopra, Teresa di Nicolantonio

Sopra, Rinaldo Novati mentre spiega un dipinto

Una rosa, due incontri: immagini dal primo incontro

Si è conclusa l'iniziativa Una rosa, due incontri: due incontri, appunto, sulla mitologia e sulla pittura legati dal filo tenue, profumato, ma intenso e colorato di una rosa.

Abbiamo così incontrato, nel primo incontro di venerdì 28 maggio il Professor Giorgio Zaghetto che ci ha illustrato il mito che è un modo semplice, ingenuo e fantasioso, prescientifico e prereligioso di raccontare l'origine delle cose e degli uomini, gli usi, i costumi, e le leggi. Abbiamo così scoperto che tanti sono i miti quanti sono i popoli della terra. Il professor Zaghetto ci ha quindi condotti lungo questo affascinante viaggio in cui è emerso come il mito sia dunque una prima risposta ai mille problemi che l'uomo si pone, alla forza della natura che non comprende e non sa spiegare, e che solo l'intervento di una divinità può risolvere.
L'incontro è stato arricchito da musiche scelte da Anna Gemelli e da letture di Noemi Bigarella.

In particolare, Anna Gemelli ha poi illustrato al pubblico la scelta delle musiche. Sono state infatti suonate musiche di Olivier Messiaen, tratte dal Quatour pour la fin du temps

Sopra, da sinistra Enza Orlando, e seduti: Anna Gemelli, Giorgio Zaghetto e Luigi Favalli

Sopra, il pubblico intervenuto

Sopra, il professor Giorgio Zaghetto



Sopra, Roberto Spoldi della Biblioteca Comunale di Segrate e, al suo fianco, Anna Gemelli

Sopra, l'attrice Noemi Bigarella legge alcuni brani

I consigli di lettura estivi del Gruppo di Lettura

Torna, puntuale a inizio di ogni estate, la rubrica dei consigli di lettura estivi del Gruppo di Lettura.

Vi Invitiamo a segnalarci romanzi e saggi da portare in valigia, nello zaino, in treno, in nave, per poi leggerli sotto l'ombrellone, o in un fresco giardino, o in montagna, o...

Aspettiamo, quindi, le vostre segnalazioni!!!

GRAZIE CHE TE NE SEI ANDATO di laura Logli



GRAZIE CHE TE NE SEI ANDATO . La donna nella coppia: diritti e tutele dalla A alla Z. di Laura Logli

Mi sembra quanto mai utile segnalarVi la lettura e, azzardo, anche l'acquisto di questo libro, di leggerlo e tenerlo in evidenza nella Vostra libreria, per diversissimi motivi, non ultimo quello di come difendere la propria persona o dare un suggerimento utile magari ad un'amica che attraversa un momento di crisi e ha bisogno del Vostro aiuto... Per maggior chiarezza Vi riporto la dedica in quarta di copertina del libro della scrittrice, giovane avvocato milanese, esperta di psicologia giuridica:

Dedicato a tutte le donne: a chi vive un momento di crisi ma anche a chi vive felicemente in coppia. Perchè conoscere a fondo il diritto di famiglia significa sapere cosa è meglio per sé, come difendere la propria persona e tutelare la propria dignità. Per trasformare anche gli eventi più dolorosi della vita affettiva in un'occasione di crescita e di rinascita.

Un caro saluto da Enza e dalle donne dell'Associazione D COME DONNA Onlus

ALDRO di Francesca Boari, Corbo Editore


Due amiche del nostro Gruppo di lettura, Giulia Alberico e Paola Romagnoli, ci hanno fatto omaggio di questo bellissimo romanzo che tante di noi hanno letto e che riteniamo sia utile menzionarlo sul nostro Blog per suggerirne la lettura.

Il romanzo tratta della sorte di Federico Aldrovandi, 18 anni, che muore la notte del 25 settembre 2005.

Rilevante è il fatto che si sia potuti giungere alla conclusione della vicenda solo grazie alla perseveranza e alla forza della madre di Federico.

Un ulteriore ringraziamento a Giulia e Paola per averci offerto questa opportunità.

Enza, Luigi e Roberto

Segrate Scrive 5: immagini dal secondo incontro

Venerdì 14 maggio si è svolto, nella cornice della trecentesca cascina ovi a Segrate, il secondo incontro di Segrate Scrive 5, il ciclo di incontri con autori e autrici residenti a Segrate.
Sono stati presentati Gabriella Giovannini, Anna Pellizzi, Margherita Rizzato, curatrici del libro Liber@mente, e Giorgio Zaghetto, curatore di "Annuario 1982-2002". L'incontro è stato poi arricchito dalle letture dell'attrice Noemi Bigarella.
Qui sotto, alcuni momenti della serata... Buona visione!



Sopra, da sinistra Giorgio Zaghetto e i professori curatori del libro Liberamente. A destra Luigi Favalli


Sopra introducono l'incontro: da sinistra Enza Orlando, Presidente di D come Donna, al centro l'Assessore alla Cultura della città di Segrate, Guido Pedroni, e a destra Roberto Spoldi della Biblioteca Comunale

Sopra, al microfono Luigi Favalli, coordinatore del GdL e consulente letterario per D come Donna, mentre intervista delle professoresse curatrici del libro Liber@mente


Sopra, il pubblico intervenuto all'incontro


Sopra, L'attrice Noemi Bigarella legge alcuni brani tratti dai libri presentati


Sopra, Giorgio Zaghetto, curatore del libro "Annuario 1982-2002"


Sopra, il leggìo all'entrata della sala con i libri presentati e, al centro, l'opuscolo di Segrate Scrive


Sopra, una foto al termine dell'incontro: in prima fila, da sinistra Enza Orlando, Luigi Favalli, Enrica Cazzola (videpresidente di D come Donna), e Roberto Spoldi insieme con alcuni soci e bibliotecari che hanno aiutato nell'organizzazione dell'incontro