Serata al Gruppo di Lettura con Milan Kundera


Serata al Gruppo di lettura con Milan Kundera.

La sera del 3 settembre scorso alle ore 21 precise il sipario del GDL si è alzato. Molti i presenti: era di scena Milan Kundera con il romanzo Lo scherzo.

Per i più le vacanze non erano che un piacevole ricordo, tuttavia, i visi erano rilassati e il buon umore che regnava nella sala confermava che erano stati trascorsi giorni sereni.

Milan Kundera. L’esordio della conversazione non ha mancato di destare qualche piccola sorpresa : “Conoscevo questo scrittore poiché avevo letto 'L’insostituibile leggerezza dell’essere', ma non rimasi soddisfatta da questo autore, tanto rinomato, invece dopo avere letto 'Lo scherzo' mi sono ricreduta”.

A questo primo intervento altri hanno fatto seguito, sempre ribadendo più o meno lo stesso concetto. Tra le motivazioni addotte: “questo è un romanzo più avvincente, l’altro non mi aveva convinto”.
Qualcun altro invece ha sostenuto che anche questo romanzo gli ha creato alcune difficoltà, al punto di averlo abbandonato, perché faticoso nella lettura.

Mi va di sottolineare che questo romanzo è stato fin ora, e sono sette anni che leggiamo e commentiamo romanzi, uno tra i pochi che hanno suscitato tante divergenze.

Hanno poi preso la parola gli ammiratori di Milan Kundera.

“È uno dei pochi libri che ho riletto, la prima volta avevo 23 anni, e ora a 4…(breve sospensione della voce, sorrisi da parte dei presenti), scherzo dai, 45 anni, ottima lettura, e, come allora, trascino la bellezza dell’assurdità che ti può causare uno scherzo banale, una frase buttata lì, scrittori come Kundera , mi regalano la possibilità di riflettere su piccoli particolari che a volte per la fretta sfuggono di mano e invece, nel bene e nel male, spesso segnano un’esistenza” .

Si sono poi susseguiti commenti riguardanti i personaggi: il giovane che è egoista per alcuni e frustrato per altri, e la ragazza che, vista da differenti angolazioni, emergeva positiva o il suo contrario.
Non sono mancati commenti di carattere politico e ideologico.
E infine qualcuno, molto soddisfatto dal romanzo, ha voluto leggere a voce alta la pagina 330.

Riassumendo, devo dire che è stata una serata “viva”, ricca di spunti. Ancora una volta un romanzo ha saputo suscitare tanto interesse.

Ci rincontreremo il primo ottobre, sempre alle 20,45 e sempre in Biblioteca, con 'Espiazione' di Ian McEwan.

Luigi, GdL

Nessun commento:

Posta un commento