Il Gruppo di Lettura incontra Peter Cameron

Incontro del Gruppo di Lettura per conversare sul romanzo Quella sera dorata di Peter Cameron

La serata del 28 agosto, al Gruppo di Lettura, non ha rispettato i dettami del titolo del romanzo di Peter Cameron, o forse si, e questo dipende da quale punto di vista la si osservi.
Se la osserviamo dal punto di vista del gradimento, allora per il romanzo non è stata proprio una serata dorata.
Sarei tentato di fornire dati statistici, ma preferisco non addentrarmi in questo territorio minato e mi limito a dire che quindici sono state le persone che hanno voluto esprimere la propria opinione schierandosi decisamente da una parte o dall’altra e che anche coloro che non si sono espressi hanno manifestato consensi per l’uno o l’altro schieramento.
Interessante riferire che ognuno ha espresso la propria opinione articolando l’intervento con passione soffermandosi sulla storia e sui personaggi.
Mi verrebbe facile dire che forse la temperatura abbastanza calda di fine agosto, e il libro a calendario hanno rispettato a pieno il loro ruolo, contribuendo infatti a rendere in certi momenti molto più elevata la temperatura. Ma, forse, non è così.
E’ più esatto dire che il romanzo di P. Cameron ha creato una netta divisione, ad alcuni il romanzo non è piaciuto in quanto inconsistente, mentre per altri invece è stato ritenuto un ottimo romanzo che deve essere analizzato in profondità.
I detrattori affermano che è una storia banale che non “intriga“, mentre per i fautori si tratta di una storia “leggera“, ma assegnando a questo aggettivo un connotazione positiva, proprio perché dietro questa leggerezza si nasconde qualcosa di importante.
Qualcuno ha letto un brano della pagina 244 commentandola con passione.
Insomma devo riconoscere che a ritroso non è facile trovare nella nostra storia, come Gruppo di Lettura, una “spaccatura” tanto marcata.
Ma come ho accennato nella prime righe la serata non è stata dorata per il libro di Camerun ma lo è stata totalmente nell’atmosfera perché si festeggiavano i sei anni del nostro gruppo.
E allora sono emerse una serie di piccole ma piacevoli cose: il dono di una brochure raffinata con il riepilogo di ciò che ha concretizzato il GdL negli anni… il ricordare i numerosi libri che abbiamo letto e commentato, gli Autori che sono stati nostri ospiti e che, con la loro partecipazione, hanno reso interessante e viva la lettura delle loro opere con le conseguenti domande rivolte durante gli eventi, e ancora i seminari sulla letteratura Italiana e gli incontri con gli Autori segratesi.
Abbiamo superato, qualcuno ha suggerito, la scuola materna e ora, dopo sei anni, possiamo frequentare la scuola elementare.
Infine ha suggellato la serata l’abituale rinfresco e scusatemi se riferisco che non poteva mancare la fotografia di gruppo da inserire nel nostro Blog.
Arrivederci al 18 settembre dove sarà di scena Simone de Bauvoir con la sua Donna spezzata e anche dove non mancheremo di raccontarci le sensazioni e le emozioni che vivremo al Festival della Letteratura di Mantova.
Luigi, Gdl

1 commento:

  1. Anonimo19:00

    Ho amato molto questo libro, l'ho trovato molto interessante. Che bello poterne parlare insieme come avete fatto voi.
    Sissy.

    RispondiElimina