Antonia S. Byatt: notizie bio-bibliografiche

Il GdL sta leggendo Possessione. Una storia romantica di Antonia S. Byatt. Come sempre, postiamo le notizie bio-bibliografiche dell'autrice, notizie che in forma cartacea, sotto forma di guide, distribuiamo al gruppo, e che possono essere richieste in Biblioteca.

BIOGRAFIA
Considerata una delle maggiori scrittrici della contemporaneità, autrice di primo piano in Inghilterra e in America, saggista riconosciuta e notevolmente apprezzata per i suoi interventi critici nonché insegnante e studiosa di letteratura inglese, Antonia Drabble, meglio conosciuta con lo pseudonimo di Antonia Susan Byatt, è nata il 24 agosto 1936 a Sheffield. Figlia maggiore di John Drabble, avvocato, e di Marie Bloor, insegnante, e sorella di Margaret Drabble, scrittrice anch'essa di buon successo, ha studiato al Newnham College di Cambridge, poi in Pennsylvania e infine a Oxford. Dopo la nascita dei primi due figli, Antonia e Charles (poi morto in un drammatico incidente stradale), ha iniziato la sua lunga carriera accademica, ma a partire dal 1983 ha fatto una scelta radicale: dopo una vita passata ad insegnare e a produrre programmi radiotelevisivi di divulgazione culturale si è ritirata dalla vita accademica per seguire la sua vocazione letteraria. Sono nati così libri come Angeli e insetti, La torre di Babele e Zucchero ghiaccio vetro filato, ma soprattutto Possessione, il suo successo più noto al grande pubblico, il primo libro della Byatt, pubblicato nel 1990, a scalare i vertici delle classifiche in tutto il mondo. Il romanzo ha anche vinto il prestigioso Booker Prize for Fiction. Possessione è la storia di due giovani studiosi di letteratura dell'Inghilterra contemporanea che, ripercorrendo i passi di un uomo e una donna vissuti un secolo prima, ricostruiscono una vicenda d'amore che ben presto diventa la loro. Il principale protagonista della vicenda è Roland Michell, un giovane studioso londinese mite e riservato, il quale trova accidentalmente in un libro appartenuto a un poeta vittoriano due minute di una lettera indirizzata a una donna. Roland si improvvisa detective e scopre così l'identità della destinataria di quella missiva. Coinvolge nelle ricerche la collega Maud Bailey e, insieme, ripercorrendo i passi della donna e dell'uomo vissuti un secolo prima, visitando i luoghi dei loro incontri e studiando le opere, ricostruiscono e ben presto rivivono, una perduta storia d'amore.
Antonia Byatt, studiosa e teorica della letteratura, ha iscritto il proprio nome a forza e con merito nella tradizione della letteratura scritta da donne, che come ricorda lei stessa in un'intervista a Salon, "è particolarmente ostica per le autrici di lingua inglese, una volta che si è cristallizzata la linea che va da Jane Austen a George Eliot alle sorelle
Brönte".

BIBLIOGRAFIA
Possessione. Una storia romantica, Einaudi, 1994; (ripubblicato in tascabile anche da Mondadori)
Angeli e insetti, Einaudi, 1994.
Il fiato dei draghi e altre favole, Il Nuovo Melangolo, 1995
Le storie di Matisse, Einaudi, 1996
La torre di Babele, Einaudi, 1997
Natura morta, Einaudi, 2003

PER SAPERNE DI PIÙ…
Il sito ufficiale della Scrittrice:
http://www.asbyatt.com/
Una interessante intervista sul sito WUZ:
http://www.wuz.it/archivio/cafeletterario.it/interviste/byatt_antonia.html
Una recensione particolarmente bella del libro Zucchero ghiaccio vetro filato:
http://rivistaprometheus.it/rivista/ii35/byatt.htm

Le notizie qui raccolte sono state tratte da:
http://biografie.leonardo.it/

(Roberto)