Resoconto dell'incontro dell'11.01.2007: La visitatrice di Maeve Brennan

Singolare l'esordio della serata dell'11 gennaio scorso: si doveva parlare del libro di Maeve Brennan, La visitatrice, invece una nostra amica, Monica Iacobbe, ci ha regalato un piccolo libro, un'antologia di poesie dal titolo: Navigando nelle parole, dove è stata pubblicata una sua poesia. Abbiamo così chiesto al nostro attore di leggerla; eccola:

Globale
Intrappolati noi tutti
in quattro mura e una giornata
scandita da vite prescritte e
ruoli che non ci tollerano
con-globati e con-troproducenti
al nostro saper fare che è di arte
che si nutre e non tele
intrecciate negli affari affannosi
di cui affatto farei in effetti a meno
come di timbrare il cartellino
ogni giorno, come la pecora di un gregge
un cyber che in nome del mondo intero
contribuisce al mercato delle pecore
e alla loro distruzione, ora che nulla
vale più del denaro, neppure la morte.
Poi è entrata in scena la Brennan col suo libro La visitatrice, ma qualcuno del gruppo ha parlato ancora di poesia e ha letto una frase del poeta irlandese William Butler Yeats che l'autrice teneva scritta sulla parete dell'ufficio; ecco questa frase: Soltanto ciò che non insegna, ciò che non chiede a gran voce, ciò che non convince, ciò che non accondiscende, ciò che non spiega è irresistibile.
Dopo questa parentesi di poesia il gruppo ha commentato il libro. Numerosi gli interventi, anzi è stata una di quelle serate dove i presenti nella quasi totalità hanno parlatoo, e sono stati concordi nell'affermare che si è trattato di un magnifico libro. Qualcuno lo ha definito "strepitoso" e "scritto magistralmente". Insomma è stato un susseguirsi di aggettivi esaltanti.
Poi qualcun altro ha accennato ai personaggi che sono statio messi in scena dalla Brennan, e allora l'unanimità sin qui riscontrata ha subìto qualche incrinatura perché sono emersi i vissuti di ciascuno dei presenti.
Non mi dilungo a riferire quanto è stato detto; do solo qualche accenno per far comprendere come il clima fosse mutato. Ecco che qualcuno ha detto: "io non vorrò mai essere una suocera cosi", un altro: "si, ma neppure un marito di quel genere"; e ancora: "e la mamma della protagonista a mi rifiuto di accettarla!".
Il clima si era un poco arroventato, sempre però nei limiti della correttezza che contraddistingue il gruppo - cosa che forse avrò gia ribadito in altre occasioni ma che mi piace tuttavia sottolineare -. Da noi, infatti, talora c'è la passione che prende il sopravvento, ma sempre contenuta nel rispetto della idee altrui. Poi qualcuno del gruppo ha encomiato la traduttrice affermando che aveva letto il libro in lingua originale e che ha riscontrato una fedeltà non sempre attuata da altri traduttori.
Ma la serata non è finita così, anzi è proseguito per molto altro tempo perché qualcuno ha voluto sapere dagli altri partecipanti le impressioni sulla conclusione del romanzo. E allora qui abbiamo assistito a una diversità di finali che riassumo così. La protagonista:- ritorna a Parigi;- si suicida;- si ribella alla nonna e rimane a Dublino;- viene portata via dalla polizia;- viene ricoverata in una casa di cura per malati mentali;- si stabilisce nella casa dove è nata e sarà lei che dominerà la nonna e la governante;-....Insomma: "Così è se vi pare!"
Ci siamo infine salutati al momento, bello e sereno - del rinfresco, dandoci appuntamento al 1 febbraio 2007 per parlare insieme del libro di Maurizio Maggiani.
Luigi, GdL

Kapuscinski ci ha lasciati

E' mancato ieri, 24 gennaio 2007, lo scrittore e giornalista polacco Ryszard Kapuscinski. Il nostro GdL aveva letto un suo libro, Ebano, scelto come libro "sotterraneo". Ci piace ricordarlo con questo articolo tratto da Repubblica:Lo scrittore e giornalista polacco Ryszard Kapuscinski è morto oggi a Varsavia per le complicazioni seguite a un intervento operatorio che aveva subito sabato. Kapuscinski era diventato famoso in tutto il mondo per i suoi reportage di guerra da paesi dell'Asia, dell'Africa e dell'Europa, e per i suoi libri sulla caduta di Haile Selassie e Mohammad Reza Phlevi. Aveva 75 anni. Kapuscinski era nato a Pinsk, in Polonia orientale - oggi Bielorussia - il 4 marzo 1932. Subito dopo la laurea all'università di Varsavia aveva iniziato a lavorare come corrispondente estero dell'agenzia di stampa polacca Pap, per cui ha lavorato fino al 1981. Nel 2003 è stato candidato al Nobel per la letteratura. Le sue testimonianze di quarantasette anni di viaggi in oltre cento paesi del mondo, dall'Asia all'Africa, dall'America Latina all'ex impero sovietico, sono raccolte in una ventina di libri tradotti in oltre trenta lingue. Cittadino del mondo e portavoce delle minoranze, Kapuscinski ha ottenuto molti premi e riconoscimenti a livello internazionale, tra cui il premio dell'Associazione internazionale giornalistica nel 1976, a Helsinki; il premio Viareggio-Repaci nel 2000; il premio Grinzane Cavour a Torino nel 2003 e, nello stesso anno, il prestigioso premio Principe de Asturias. I suoi libri più celebri sono ormai dei piccoli classici per chi vuole capire la contemporaneità. "Il Negus. Splendori e miserie di un autocrate" (1983), definito da Newsweek tra i migliori dieci libri del 1983; "Imperium" (1994), un reportage sull'impero sovietico e il suo dissolvimento; "Lapidarium. In viaggio tra i frammenti della storia" (1997) intarsio di meditazioni ispirate dai viaggi, dalle letture, dalle riflessioni, dall'esperienza, da pezzi di diario di eventi storici; "Ebano" (1998), un reportage nel quale vengono raccontati quarant'anni di esperienza come inviato nei paesi africani; "Shah-in-shah" (2001), resoconto della sua permanenza in Iran negli ultimi anni della monarchia di Reza Palevi; "La prima guerra del football e altre guerre di poveri" (2002), le impressioni di un osservatore attento della società e della politica di paesi lontani, come il Ghana, il Congo, il Sudafrica, l'Algeria, l'Honduras e il Salvador. In "Autoritratto di un reporter" (2006) Kapuscinsky parla di sé e dell'etica del suo lavoro. "In viaggio con Erodoto" (2005) ripercorre le vicende personali, dall'infanzia povera ai viaggi in Cina e India avendo sempre come punto di riferimento Erodoto, il primo reporter della storia.

Ricominciano le trasmissioni di Hinterland Cultura: libri e dintorni

Venerdì 19 gennaio dalle 17 alle 18 su Radiohinterland 94.600 e in streaming su www.radiohinterland.org riprende Libri e dintorni, la trasmissione sui libri e su tutto ciò che riguarda la lettura e la letteratura nei suoi aspetti più o meno conosciuti. Questa settimana il programma è dedicato a GIANRICO BEZZATO, scrittore e leader del gruppo musicale folkedelico KNOT TOULOUSE.repliche: mercoledì dalle 11 alle 12 e domenica dalle 13 alle 14

Lettura di brani della Divina Commedia

Segnaliamo con piacere una iniziativa culturale curata da una partecipante del nostro gruppo di lettura, Matilde: giovedì 25 gennaio, alle ore 14.30, presso il Salone della Chiesa Sant'Ambrogio a Segrate, verranno letti alcuni brani della Divina Commedia: un appuntamento da non perdere! L'ingresso è libero!

7° Concorso Letterario Nazionale D come Donna


Ti piace scrivere? E allora puoi partecipare alla settima edizione del Concorso letterario Nazionale D COME DONNA! Qui di seguito il bando del Concorso:
L'Associazione femminile D COME DONNA Onlus di Segrate, con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Segrate, promuove e organizza il 7° Concorso letterario Nazionale per un racconto dal titolo:COME SI CAMBIA...

Regolamento:
1. La partecipazione al concorso è aperta a TUTTI.
2. Il racconto, inedito, non dovrà superare le quattro cartelle. Per cartella si intende un foglio composto da 1800 battute (30 righe da 60 battute).

3. Ogni partecipante, in un unico plico, dovrà far pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2007:- le opere (in cinque copie fotostatiche rigorosamente anonime);- la ricevuta del versamento;- e, in foglio a parte, i dati anagrafici, indirizzo, telefono/fax, email a: D COME DONNAc/o Palazzo del ComuneLargo Carabinieri d'Italia 1 - 20090 Segrate (MI).
4. Le opere inviate non saranno restituite;
5. E' richiesto un contributo di spese di segreteria di Euro 13,00 per ciascuna opera da versare sul c/c postale n. 35390202 intestato a: "D COME DONNA ONLUS". Indicare nella causale: "Settima edizione Concorso Letetrario Nazionale D come Donna".
6. A tutti i partecipanti sarà inviata comunicazione scritta con i risultati e l'indicazione della data della Cerimonia di Premiazione, prevista entro il primo semestre del 2007.
7. I migliori racconti, a insindacabile giudizio della Giuria, saranno pubblicati in un volume edito dall'Associazione.
8. I primi tre classificati riceveranno un premio d'arte. Per i finalisti sono previsti diplomi, targhe, medaglie e copia del volume.
9. I dati che ci verranno forniti saranno utilizzati esclusivamente da D COME DONNA e non comunicati a terzi, ai sensi del D. Lg. n. 196 del 30.06.2003.

Per informazioni:
D COME DONNA Onlus

Segreteria del Concorso
Largo Carabinieri d'Italia 1, 20090 Segrate (MI)
email: dcomedonna.segrate@libero.it
tel/fax 022133039 (mercoled' e venerdì 10-12 / giovedì 16-18)
Sono sempre in funzione segreteria telefonica e fax.

La storia del Gruppo di Lettura

aggiornamento al: 21 maggio 2010

...NATO NEL LUGLIO 2002, IL GRUPPO DI LETTURA CONTINUA LA SUA AVVENTURA...

IN QUESTI ANNI ABBIAMO LETTO E COMMENTATO:
ELENA FERRANTE(*), I giorni dell'abbandono
MELANIA MAZZUCCO(*), Lei così amata
PATRICK MACGRATH, Follia
SAUL BELLOW, Un uomo in bilico
MARIELLA ALBERINI, Fuoco russo segreto
ERMANNO REA(*), La dismissione
LAURA PARIANI, Di corno o d’oro; La foto di Orta; Il paese delle vocali; La perfezione degli elastici; Il pettine; Quando Dio ballava il tango; La signora dei porci; La spada e la luna; L’uovo di Gertrudina
MATTEO B. BIANCHI, Generations of love; Fermati tanto così
ERMINIA DELL’ORO(*), La gola del diavolo; Asmara addio
J.M. COETZEE(*), Infanzia; Deserto; Vergogna
CARMEN COVITO, Benvenuti in questo ambiente; Del perché i porcospini attraversano la strada; Scheletri senza armadio e altri racconti; La rossa e il nero; La bruttina stagionata
ANITA DESAI(*), Digiunare divorare; Il villaggio vicino al mare; Chiara luce del giorno; Notte e nebbia a Bombay
JASUNARI KAWABATA(*), Il maestro di go; Il suono sulla montagna; Il paese delle nevi MASSIMO CARLOTTO, Arrivederci amore ciao; Il fuggiasco; Il maestro di nodi; La verità dell’alligatore
FLEUR JAEGGY(*), La paura del cielo; I beati anni del castigo; Proleterka
ANGELO FERRACUTI, Un poco di buono
DAVID GROSSMANN, Che tu sia per me il coltello
CARLO EMILIO GADDA, Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana
ANNA MARIA ORTESE, Il mare non bagna Napoli
ITALO CALVINO , Il barone rampante
GIUSEPPE SAMIR EID, Cristiani e Musulmani: i nodi invisibili del dialogo
MARCELLO FOIS, L'altro mondo; Dura madre; Ferro recente; Gap; Ilaria Alpi: il più crudele dei giorni; Meglio morti; Nulla; Piccole storie nere; Picta; Sangue dal cielo; Sempre caro; Sheol; Il silenzio abitato delle case
ROMOLO BUGARO, La buona e brava gente della nazione; Dalla parte del fuoco; Indianapolis; Il venditore di libri usati di fantascienza
GIUSEPPE PONTIGGIA, Nati due volte
LUIGI MENEGHELLO, Piccoli maestri
PAOLO MAURENSIG, Venere lesa
ALICE SEBOLD, Amabili resti
ALDO BUSI (*), Seminario sulla gioventù
AMOS OZ, Una storia d’amore e tenebra
LEV N. TOLSTOJ, Sonata a Kreutzer
MARGARETH MAZZANTINI, Non ti muovere
ANGELES MASTRETTA (*), Donne dagli occhi grandi
SIMONETTA AGNELLO HORNBY, La Mennulara
OSCAR WILDE, Il ritratto di Dorian Gray
LAURA GRIMALDI, La colpa; Il sospetto; La paura
MASSIMO LOLLI, Volevo solo dormirle addosso
KAREN BLIXEN, La mia Africa
VIKLAM CHANDRA, Missione Kashmir
AGOTA KRISTOF (*), Trilogia della città di K.
HRABAL BOHUMIL, Treni strettamente sorvegliati
GIULIA ALBERICO, Come Sheherazade
JOHN BARTH, L’opera galleggiante
MICHAEL CUNNINGHAM, Le ore
ANDREA VITALI (*), Un amore di zitella, La signorina Tecla Manzi, Una finestra vistalago, La figlia del Podestà
CAMILLA BARESANI, Il plagio, Sbadatamente ho fatto l'amore, L'imperfezione dell'amore VITALIANO BRANCATI, Paolo il caldo
DON DELILLO, Rumore bianco
JEROME D. SALINGER, Il giovane Holden
ELSA MORANTE, L'isola di Arturo
ALESSANDRO PERISSINOTTO, La canzone di Colombano, Treno 8017, Al mio giudice, Gli attrezzi del narratore
MARTA MORAZZONI, Casa materna, Il caso Courrier, L'invenzione della verità
PAP KHOUMA, Io, venditore di Elefanti; Nonno Dio e gli spiriti danzanti
MICHEL HOUELLEBECQ, Piattaforma
MAGDA SZABO', La porta
JOSE' SARAMAGO, Saggio sulla lucidità
ROBERT MUSIL, I turbamenti del giovane Torless
BENJAMIN KUNKEL, Indecision
EDOARDO NESI, L'età dell'oro
LOUIS-FERDINAND CELINE, Casse-Pipe
FERRUCCIO PARAZZOLI, Per queste strade familiari e feroci (risorgerò)
SILVIA DI NATALE, Kuraj
ALICE MUNRO, Nemico, amico, amante...
NADINE GORDIMER (*), Nessuno al mio fianco
TULLIO AVOLEDO, Lo Stato dell'Unione
MAEVE BRENNAN, La visitatrice
MAURIZIO MAGGIANI (*), Il viaggiatore notturno
HAMID ZIARATI, Salam, maman
YOUNIS TAWFIK, La straniera, Il profugo, La città di Iram
ERRI DE LUCA (*), Montedidio
AMELIE NOTHOMB, Stupore e tremori
HERNEST HEMINGWAY, Avere e non avere
'ALA AS-ASWANI, Palazzo Yacoubian
CHARLES SIMMONS, Acqua di mare
GOFFREDO PARISE, L'eleganza è frigida
ANTONIA S. BYATT, Possessione. Una storia romantica

MARCO ARCHETTI, Vent'anni che non dormo
CRISTINA COMENCINI, La bestia nel cuore
GIOCONDA BELLI, La donna abitata
HENRY JAMES, Che cosa sapeva Maisie
ORHAN PAMUK, La casa del silenzio
CINZIA TANI (*), L'insonne, Sole e ombra
MARCO CASSARDO, Va a finire che nevica
MARCO MISSIROLI (*), Il buio addosso
MARGHERITA BULGHERONI (*), Un saluto attraverso le stelle
JUNICHIRO TANIZAKI, La chiave
SEBASTIANO NATA, Il dipendente
NATHANIEL HAWTHORNE, La lettera scarlatta
GEORGES SIMENON, Le finestre di fronte
GABRIEL GARCIA MARQUEZ, L'amore ai tempi del colera
KADER ABDOLAH, Il viaggio delle bottiglie vuote
PETER CAMERON, Quella sera dorata
SIMONE DE BEAUVOIR, Una donna spezzata

MICHELA MURGIA, Il mondo deve sapere
MANUEL PUIG, Il bacio della donna ragno
JOYCE CAROL OATES, Una famiglia americana

FRANCIS SCOTT FITZEGRALD, Il grande Gatsby
CARSON McCULLERS, Il cuore è un cacciatore solitario
ANTONIA ARSLAN, La masseria delle allodole; La strada di Smirne
GIULIA ALBERICO, Cuanta Pasion!
GRAZIA LIVI, Il vento e la moto; Lo sposo impaziente
DORIS LESSING, Il diario di Jane Somers
IOANNA KARISTIANI, Il santo della solitudine
SAVYON LIEBRECHT, Mele dal deserto
MILAN KUNDERA, Lo scherzo
IAN McEWAN, Espiazione
KNUT HAMSUN, Fame
COLETTE, Chéri
ELVIRA DONES, Vergine giurata
ANNA SAM, Tribolazioni di una cassiera
JEAN-CLAUDE IZZO, Marinai perduti
PAUL AUSTER, La musica del caso
TIZIANO SCARPA, Stabat mater
HILARY BELLE WALKER, Case altrui
PAOLO PASI, Memorie di un sognatore abusivo (in corso di lettura, maggio - giugno 2010)

(*) Alcuni di noi hanno letto altre opere dell’Autore

OLTRE ALLE LETTURE SCELTE, ALCUNI DI NOI HANNO LETTO E COMMENTATO QUESTI LIBRI CHE CI PIACE CHIAMARE "SOTTERRANEI"
TOMMASO PINCIO, Un amore dell’altro mondo
ANTONIO FRANCHINI, L’abusivo
TOM WOLFE, La bestia umana
JAMAICA KINCAID, Un posto piccolo; Autobiografia di mia madre
KRISMAN TAYLOR, Destinatario sconosciuto
DON DELILLO, Rumore bianco
RYSZARD KAPUSCINSKY, Ebano
CLAUDIA QUADRI, Lacrima
PIERVITTORIO TONDELLI, Rimini; Camere separate
CURZIO MALAPARTE, La pelle
ATIQ RAHIMI, Terra e genere; Le mille case del sogno e del terrore
MANUEL RIVAS, Il lapis del falegname
DANIELE BIACCHESSI, L’ultima bicicletta
LUISITO BIANCHI, La messa per un uomo disarmato
WALTER G. POZZI, Il corpo e l’abbandono
UGO CORNIA, Quasi amore; Roma
ASNE SEIERSTAD, Il libraio di Kabul
ZOE TROPE, Scusate se ho 15 anni
NUTO REVELLI, Il prete giusto
CARLO COCCIOLI, Piccolo Karma; Fabrizio Lupo; Requiem per un cane
JOSEPH ROTH, Giobbe
ELENA LOEWENTHAL, Attese
STEVEN MILLHAUSER, Martin Dressler
JULIE HIGHMORE, La biblioteca dei miei sogni
Sotterranei letti nel gennaio-febbraio 2006: ciclo donne e islam Leila Djitli, Lettera a mia figlia che vuole portare il velo, Piemme, 2005 Leila Marouane, Doppio ripudio, Epoche, 2004 Leila, Murata viva: prigioniera della legge degli uomini, Piemme, 2005 Siba Shakib, Afghanistan: dove Dio viene solo per piangere, Piemme, 2002 Asne Seierstad, Il libraio di Kabul, Sonzogno, 2003 Azar Nafisi, Leggere Lolita a Teheran, Adelphi, 2004
E. ANNE PROULX, Gente del Wyoming
COSTANTINO IANNACONE, Avanti c'è posto
ELISABETTA GNONE, Fairy Oak: il segreto delle gemelle
PAOLO FEDERICI, La nave dei sogni
PIERO TARTICCHIO, Storia di un gatto profugo
LUCIANA LAIN, Etiopia
GIUSEPPE PARDIERI, Sedotti da Don Giovanni
MARZIO BIANCOLINO, I Ranunkoli di Kurosawa
SALVATORE MONGIARDO, Sesso e paradiso
MARIA PIA CARDARELLI, Io non parlo
FLAVIA FACCO, L'invisibile in menopausa

JOHN UPDIKE, Terrorista
PAOLA ROMAGNOLI, Ho saltato prima dell'alba. (Auto)ritratto di Jeanne Hébuterne
ANNA OLCESE, Ferry. Il cuore e la spada
MARCO BOSONETTO, Requiem per un'adolescenza prolungata
DELPHINE DE VIGAN, Gli effetti secondari dei sogni
ROSA TERUZZI, Nulla per caso

ABBIAMO AVUTO IL PIACERE DI CONVERSARE CON:


MARIELLA ALBERINI (2002)

Per il ciclo L'AUTORE IN PASTO AL LETTORE (Marzo 2003):
CARMEN COVITO
MATTEO B. BIANCHI

GIUSEPPE SAMIR EID (Ottobre 2003)

Per il ciclo SFRUTTA LA BIBLIOTECA... ARRIVA L'AUTORE! (Marzo-Aprile 2004):
MARCELLO FOIS
ROMOLO BUGARO
LAURA PARIANI

Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. PRIMA EDIZIONE (Settembre-Ottobre 2005):
LAURA GRIMALDI
ANDREA VITALI
CAMILLA BARESANI

Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. SECONDA EDIZIONE (Marzo 2006):
MARTA MORAZZONI
ERMINIA DELL'ORO
PAP KHOUMA
ALESSANDRO PERISSINOTTO

Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. TERZA EDIZIONE (Marzo 2007):
YOUNIS TAWFIK
SILVIA DI NATALE
HAMID ZIARATI

Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. QUARTA EDIZIONE (Marzo 2008):

CINZIA TANI

MARCO CASSARDO
MARCO MISSIROLI
MARISA BULGHERONI

Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. QUINTA EDIZIONE (Marzo-Aprile 2009):
ANTONIA ARSLAN

GIULIA ALBERICO
GRAZIA LIVI



Per il ciclo POMERIGGI D'AUTORE. PROFUMI LETTERARI. SESTA EDIZIONE (Febbraio-Marzo 2010):
PAOLO PASI

HILARY BELLE WALKER
ROSA TERUZZI
TIZIANO SCARPA


E CI SONO STATI: SETTE CICLI DI INCONTRI SULLA LETTERATURA ITALIANA CON IL PROFESSOR MAURO NOVELLI DELL’UNIVERSITA’DEGLI STUDI DI MILANO DAI TITOLI:
VIAGGIO IN ITALIA. Un viaggio in tre tappe tra le pagine del Novecento letterario italiano (febbraio 2004)
NARRARE LA LOMBARDIA. Dal dopoguerra a oggi (ottobre 2004)
NARRARE LA SICILIA. Dagli anni Trenta a oggi (ottobre-novembre 2005)
SCRIVERE LA GUERRA. Incontri letterari su poeti e narratori del Novecento (novembre 2006)
L'ITALIA DEL NOVECENTO VISTA DA SCIASCIA E PASOLINI (ottobre 2007)
UN'ITALIA NASCOSTA NELLE PAGINE DI FENOGLIO E MENEGHELLO (ottobre 2008)
NEL CUORE DELLA SARDEGNA CON GRAZIA DELEDDA E EMILIO LUSSU (ottobre 2009)

TRE CICLI DI INCONTRI SULLA DIVINA COMMEDIA CON IL PROF. ALBERTO CRISTOFORI
DANTE POETA E NARRATORE. Un viaggio nella Divina Commedia (aprile 2007)
DANTE POETA E NARRATORE 2. Un viaggio nella Divina Commedia (L'Inferno) (gennaio-febbraio 2009)

DANTE POETA E NARRATORE 3. Un viaggio nella Divina Commedia (Il Purgatorio, regno dell'espiazione) (gennaio-febbraio 2010)