Resoconto del 3.08.06 - Edoardo Nesi, L'età dell'oro

Serata fortunata quella del 3 agosto al Gruppo di Lettura. L'incontro si è svolto nel giardino della Biblioteca del Centro Civico di Cascina Nuova. Il cielo, che durante quasi tutta la giornata aveva minacciato pioggia, ci ha invece regalato una serata ideale per un incontro all'aperto. Le luci, appositamente predisposte, e i fiori conferivano al luogo un sapore particolare, e le zanzare, così abituate a farla da padrone in giardino in estate, hanno disertato e, la serata si è svolta nel migliore dei modi, piacevole, serena, rilassata. Si doveva commentare il libro L'età dell'oro di Edoardo Nesi. Raramente ci è capitato di ascoltare commenti tanto favorevoli. Tutti coloro che hanno voluto esprimere il loro parere, e sono stati abbastanza numerosi, hanno dichiarato di aver gradito il romanzo dell'Autore toscano. Pur tuttavia non sono mancate le discussioni, sia pure contenute nel massimo rispetto delle opinioni altrui. Anzi colgo l'occasione per dire che una delle peculiarità del nostro gruppo di lettura, ormai consolidato, è che tutti ascoltano con interesse ogni intervento senza interrompere chi sta esprimendo il proprio giudizio: questo non sta a significare che si tratta di una gruppo "ingessato"; anzi, è un gruppo vivacissimo ma consapevole che per poter capire cosa un persona ha vissuto leggendo il libro, è indispensabile che la si ascolti fino in fondo.Scusate questa piccola digressione, ma ritengo fondamentale sottolinearla, per far comprendere come lavora il nostro gruppo.E veniamo al libro di Edoardo Nesi. Il primo commento riguardava la forma che, pur presentando per alcuni una qualche difficoltà, ha incontrato il massimo del consenso. Nessuno degli intervenuti si è astenuto dal parlarne; è insomma un tipo di scrittura che non passa in secondo piano; per alcuni anche per l’uso di termini desueti, o per lo meno caratterizzanti una precisa zona del nostro paese.Circa la storia che Nesi ci ha raccontato abbiamo potuto ascoltare un' infinità di emozioni che la lettura ha procurato. Qualcuno ha parlato del lavoro, della fine di un'azienda vista dagli occhi del padrone. I ricordi, i rapporti familiari, nei quali emerge Deanna, la sorella del protagonista, Ivo, sia pure vista dai lettori in maniera differente, comunque scolpita, e poi la malattia e il rifiuto della stessa. Anche l'aver parlato delle riunioni tra industriali non ha mancato di suscitare un interesse particolare in alcuni .C'è poi chi si è soffermato sulla figura di Caterina e sulla procreazione, e qui è nato uno scambio di opinioni tra chi afferma che un figlio è ciò che deve lasciare un uomo per proseguire nella sua esistenza e chi opinava che anche altre sono le cose che rendono immortali.Non ultima la domanda che si è posta una lettrice: ma qual è l'età dell'oro?. Per Ivo, quando era ricco in quella città ricca, o quando era giovane? Lo scambio di opinioni proseguiva. Concludo dicendo che quella del 3 Agosto, oltre che la festa del anniversario del quarto anno del Gruppo di Lettura, è stata una delle serate tra le più interessanti.Con la degustazione di ottimi gelati e un brindisi all'inizio del quinto anno del GdL, si è conclusa la serata. Ci rivediamo il 31 agosto, sempre in giardino, per sentire i pareri sul libro di Louis Ferdinand Celine, Casse pipe.

gdl giardino 2, originally uploaded by robigidielle

Nessun commento:

Posta un commento