Incontriamo la Sicilia_2

Venerdì 28 ottobre si è svolto il secondo appuntamento con gli scrittori che hanno narrato la Sicilia.Il Professor Mauro Novelli ci ha accompagnati in un'altra Sicilia e, accantonando per un istante il gallismo e ciò che ci avevano narrato Brancati, Vittoriani, Tomasi Di Lampedusa, con tutta la loro validità e il loro mondo, Novelli, dicevamo, ci ha introdotti nell'universo di un altro grande scrittore, quello di Leonardo Sciascia .E' venuta alla ribalta una Sicilia carica di problemi sociali, di povertà, toccata profondamente da qualcosa di indefinito, da qualcosa che sfuggiva ai più, e della quale si faticava a definirne persino lesistenza; quello che ci appare ora come una cosa nota, non lo era certo ai tempi in cui il grande scrittore ha saputo raccontarcela.L'atmosfera distesa che si era venuta creare nel precedente incontro, dove talvolta si era anche potuto sorridere, si è trasformata in un colore cupo via via che i personaggi venivano evocati. Le parrocchie di Regalpetra, un romanzo scritto nel 1956 e poi ancora Il giorno della civetta, Gli zii di Sicilia e A ciascuno il suo, Morte dellinquisitore, Todo modo, Porte aperte poi i saggi scritti da Leonardo Sciascia, via via si sono succeduti, facendoci ritrovare personaggi che, seppur noti alla maggior parte dei presenti, è stato tanto interessante ritrovarli e vivere le loro vicende al punto che l'incontro con il Professore si è protratto ben oltre il tempo stabilito.Molti i prestiti dei libri e un grande interesse e un vivo entusiasmo da parte di tutti.Ci rivediamo venerdì 4 novembre sempre alle ore 18,30, sempre nel salone 1 della Biblioteca e in questa occasione avremo il piacere di incontrare, tra gli altri, Bufalino, Consolo e Camilleri.

Nessun commento:

Posta un commento